Centro on line
Storia e Cultura dell'Industria

il Nord Ovest dal 1850

Scuola e didattica

Torino e le fabbriche

Percorsi multimediali sulla storia industriale della cittą
Proposte didattiche per le Scuole secondarie di primo e secondo grado -
Con la collaborazione di ISMEL

Concorso

Concorso

Concorso

Concorso

Destinatari
Scuole secondarie di primo e secondo grado.


Tema
Come l’industrializzazione ha cambiato la città e il territorio: il percorso didattico ripercorre la storia dell’industria torinese sul finire del XIX secolo e la nascita dei quartieri operai. Il rapporto con il territorio è raccontato attraverso la storia delle fabbriche e del lavoro, negli anni della guerra e del boom economico. Per riflettere sull’evoluzione industriale e sociale della città, il percorso si conclude presentando la fabbrica e il quartiere oggi.


Moduli didattici
Il modulo prevede un percorso sulla storia industriale torinese e un approfondimento su specifici borghi operai e sulle loro fabbriche. La durata del modulo è di circa 2 ore.
La proposta si basa su una narrazione multimediale che integra l’intervento di uno storico con fonti originali: materiale iconografico, filmati storici, testimonianze. A studenti e insegnanti sarà distribuito materiale didattico: presentazione storica, nota metodologica, schede sull’utilizzo delle fonti iconografiche e orali per la ricerca storica, bibliografia.



Concorso sulla "Storia dell'Industria del Nord-Ovest dal 1850 ai giorni nostri"

bandito nel 2005 da CSI-Piemonte e Fondazione per la Scuola della Compagnia di San Paolo rivolto a scuole primarie e secondarie di Piemonte, Liguria e Valle d'Aosta

Concorso
Il concorso ha coinvolto le scuole in un'attività di ricerca e progettazione di siti web che illustrano la storia di imprese o di imprenditori del territorio. Anche grazie alla collaborazione con enti locali, istituzioni culturali e aziende, i ragazzi hanno sviluppato progetti finalizzati a costruire fonti documentali originali o a trasformare archivi aziendali o di piccoli musei in unità didattiche accessibili in rete e aperte a successivi approfondimenti. L'obiettivo è valorizzare la storia - e le storie - dell'industria locale, anche nel caso di produzioni ormai scomparse, ma che hanno segnato profondamente il tessuto sociale, culturale e urbanistico delle tre regioni.