Centro on line
Storia e Cultura dell'Industria

il Nord Ovest dal 1850

Fonti e documenti / Biblioteca

Esplora per autori

Risultati della ricerca

lettera selezionata: C
C

Casamassima Pino



La Fiat e gli Agnelli: una storia italiana
di Pino Casamassima
Data: 2003
Tipologia: monografia
Firenze , Le lettere
Lingua: Italiano
Casamassima, giornalista di politica, costume e automobilismo, ricostruisce la storia della principale fabbrica italiana, intrecciandola con le vicende politiche, culturali e sociali del paese. Partendo dalla cronaca della morte di Agnelli, l'autore ripercorre i principali momenti e le figure più significative di una storia aziendale e dinastica che tende a coincidere con quella di una collettività. Il libro è scandito in tre parti: "Il patriarca" (Giovanni Agnelli), tra la fondazione di Fiat e la Liberazione, "Il professore" (Vittorio Valletta), tra il dopoguerra e il boom economico, e "L'avvocato" (Gianni Agnelli), tra l'autunno caldo e la crisi di inizio secolo.
Temi di cultura industriale: Storia - Piemonte , Protagonisti - Imprenditori e proprietari , Protagonisti - Dirigenti
Settori industriali e imprese: Automobili e veicoli - Fiat Auto
Recensito in: "Bibliografiat. Saggi, studi, ricerche sulla Fiat (1997-2008)" a cura di Stefano Musso e Marco Bresciani, Archivio e Centro Storico Fiat e Storiaindustria.it
Storia della scuderia Ferrari
di Pino Casamassima
Data: 1997
Tipologia: monografia
Milano , G. Nada
Lingua: Italiano
Il testo ripercorre la vita della scuderia Ferrari. Sono riportati tutti i dati tecnici, telai e motori prodotti a Maranello, i nomi dei piloti, i risultati delle gare, i Gran Premi (dal primo del 1950 a Montecarlo fino a quello del 1997 in Portogallo), il Campionato Mondiale Sport, il Trofeo Europa della Montagna, la Can Am e la Tasman Cup.
Temi di cultura industriale: Storia , Prodotti - Automobili e veicoli , Sport
Settori industriali e imprese: Automobili e veicoli
Recensito in: "Bibliografiat. Saggi, studi, ricerche sulla Fiat (1997-2008)" a cura di Stefano Musso e Marco Bresciani, Archivio e Centro Storico Fiat e Storiaindustria.it