Centro on line
Storia e Cultura dell'Industria

il Nord Ovest dal 1850

I Convegni del Centro

< indietro

Torino, 11 marzo 2009
CONFERENZA

Quando l'automobile parlava torinese

Quando l'automobile parlava torinese Per "Gli appuntamenti" del mercoledì mattina organizzati dal Centro Congressi L'Agorà dell'Unione Industriale di Torino, va in scena "Quando l'automobile parlava torinese", incontro condotto da Pierluigi Bassignana, direttore dell'Archivio Storico AMMA, e curato dal Centro on line Storia e Cultura dell'Industria, con l'introduzione Luciano Gallino.


Gli anni compresi fra il 1899, data della Fondazione della Fiat, e il 1910 furono particolarmente fecondi per l'automobilismo torinese. Nascono numerose imprese, spesso votate a vita effimera, ma importanti sotto il profilo del progresso e della capacità di far progredire le tecniche costruttive della "quattro ruote". Si organizzano i primi saloni dell'automobile, aperti al confronto anche con marche straniere, e numerose sono le vittorie in competizioni nazionali ed internazionali, a iniziare dalla celeberrima Pechino Parigi. Si crea un "indotto" che va dalle riviste specializzate all'abbigliamento dello "chauffeur" alla moda.


Dall'intreccio di tutti questi fenomeni si crea, in quel decennio, un tipo di società attenta a cogliere gli stimoli portati dall'automobile: nella musica popolare, nella letteratura, nell'immaginario collettivo. Alla vigilia della prima guerra mondiale, sempre più l'automobile "parlava torinese": una condizione destinata a permanere e ad accentuarsi nei decenni successivi, con la costruzione di Mirafiori (1939) e il suo successivo raddoppio (1955).


Attraverso un racconto per immagini, letture, filmati e canzoni dal sito Storiaindustria.it , si ripercorrono suggestioni, ricordi, momenti significativi di mezzo secolo di vita industriale e sociale di Torino

video conduce Pier Luigi Bassignana
Il video
conduce Pier Luigi Bassignana

click per ingrandire [link a una nuova finestra]
click per ingrandire [link a una nuova finestra]
click per ingrandire [link a una nuova finestra]